La startup Travala ha annunciato una partnership con Expedia, un’agenzia di viaggi statunitense. Grazie all’accordo tra le due aziende, sarà possibile pagare le camere in 700.000 hotel presenti sul sito di Expedia in Bitcoin ed altre criptovalute.

Sottolineiamo che Expedia accettava i pagamenti in bitcoin anche prima, ma nel 2018 la compagnia ha tolto le criptovalute dal proprio sito.

Oltre a Bitcoin, la nuova partnership consentirà ad Expedia di accettare i pagamenti in altre 30 valute digitali. Alfonso Paredes, vicepresidente senior dell’azienda, ha osservato che per Expedia è importante offrire agli utenti l’opportunità di scegliere autonomamente il miglior metodo di pagamento.

Grazie alla nuova collaborazione, il numero di hotel nel catalogo di Travala ha superato i 2,7 milioni. Inoltre, Juan Otero, il CEO di Travala, ha aggiunto che a causa della pandemia provocata dal COVID-19, i ricavi della sua società sono diminuiti del 170%. Allo stesso tempo, il 13% di tutte le transazioni di prenotazione sono state contabilizzate dal token interno dell’azienda – AVA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *